Spermidina
elisir di lunga vita


Spermina e spermidina, le cosiddette "Ammine della Vita" sono delle poliammine biogene, composti naturali contenenti azoto, che rivestono grande importanza nell'equilibrio dell'organismo.
Il nome chimico della spermidina e' N-(3-aminopropil)butano-1,4-diammina e la formula bruta e' C7H19N3
La spermidina si trova normalmente nel latte materno dove ha lo scopo di stimolare la proliferazione cellulare del neonato, ed e' disponibile in maggiore quantita' nello sperma (da cui il nome) dove riveste un ruolo chiave nella genesi della nuova vita

Molti studi scientifici dimostrano che le ammine della vita hanno un ruolo importante nel controllo dei meccanismi di crescita e di maturazione delle cellule.
Si ritiene infatti che una delle cause dell'invecchiamento delle cellule e dei tessuti sia dovuto ad una riduzione del controllo esercitato dalle poliammine spermina e spermidina.

La spermidina e' contenuta in tracce anche in alcuni alimenti come legumi, cereali e formaggi; tuttavia non sono ancora stati condotti studi che testimoniano l'efficacia dell'assunzione di spermidina tramite tali alimenti. Viceversa diversi studi scientifici dimostrano gli effetti benefici dello sperma come una sorta di integratore naturale, probabilmente non solo per la maggiore quantita' di spermidina che contiene, ma anche per l'azione sinergica di numerose altre sostanze ( spermina, prostaglandine, ossitocina, serotonina etc. ) e la migliore biodisponibilita' ; la branca della medicina naturale che si occupa degli effetti biologici dello sperma e' la Semeterapia

Per la difficolta' nello stabilizzare la spermidina in forma attiva non esistono al momento molti integratori che la contengono; il piu' importante è derivato dalla ricerca Giuliani e si tratta di N-(3-aminopropil)-tetrametilendiammina tricloridrato vedi studio

Questi studi aprono grandi prospettive sull'uso della spermidina e della spermina nella prevenzione e cura dell'invecchiamento cellulare e nello stimolazione funzionale di alcuni tessuti, e spiegano in parte il motivo per cui lo sperma e' stato usato empiricamente fin dall'antichita' per la preparazione di cosmetici e per la cura di molte malattie

In particolare da diversi anni si utilizza la spermidina come cura contro la caduta dei capelli (vedi) e in medicina naturale in chiave anti-aging.
Un team di scienziati austriaci che indagano sugli spermatozoi umani affermano che "potrebbero aver trovato il Santo Graal della ricerca anti età".
Frank Madeo e Tobias Eisenberg della "Karl Franzens University" di Graz, in Austiria, hanno detto che la spermidina contenuta nello sperma potrebbe prolungare la vita ed essere utilizzata nella lotta contro il morbo di Alzheimer. Il suo team di ricercatori ha scoperto che la spermidina estende la durata della vita delle cellule immunitarie umane, così come quella degli animali da laboratorio.
"Potremmo aver trovato il Santo Graal della ricerca anti età", così ha annunciato Eisenberg , aggiungendo che il loro studio ha coinvolto 29 colleghi in altri sei paesi.
Ha spiegato come il danno cellulare legato all'invecchiamento è stato ridotto nei test con i topi trattati con la spermidina, aggiungendo che la sostanza ha aumentato anche la capacità delle cellule di eliminare le proteine ​​danneggiate.
Ora Madeo e Eisenberg sperano che la loro scoperta abbia risultati rilevanti anche per le malattie legate alla vecchiaia come il Parkinson e l'Alzheimer.

Un recente studio dell'università di Oxford, testimonia che la spermidina e' in grado di riattivare la memoria del sistema immunitario regolando il processo di autofagia e potenziando la risposta dei linfociti T CD8+ link


Bibliografia:
Autophagy is a critical regulator of memory CD8(+) T cell formation.
Elife 2014 11;3. Epub 2014 Nov 11. Daniel J Puleston, Hanlin Zhang, Timothy J Powell, Elina Lipina, Stuart Sims, Isabel Panse, Alexander S Watson, Vincenzo Cerundolo, Alain Rm Townsend, Paul Klenerman, Anna Katharina Simon
Tobias Eisenberg, Heide Knauer, Alexandra Schauer, Sabrina Büttner, Christoph Ruckenstuhl, Didac Carmona-Gutierrez, Julia Ring, Sabrina Schroeder, Christoph Magnes, Lucia Antonacci, Heike Fussi, Luiza Deszcz, Regina Hart, Elisabeth Schraml, Alfredo Criollo, Evgenia Megalou, Daniela Weiskopf, Peter Laun, Gino Heeren, Michael Breitenbach, Beatrix Grubeck-Loebenstein, Eva Herker, Birthe Fahrenkrog, Kai-Uwe Fröhlich, Frank Sinner, Nektarios Tavernarakis, Nadege Minois, Guido Kroemer, Frank Madeo (4 October 2009). "Induction of autophagy by spermidine promotes longevity,". Nature Cell Biology 11 (11): 1305–14. doi:10.1038/ncb1975. PMID 19801973.
Leeuwenhoek, A. van (1678) Observationes D. Anthonii Leeuwenhoek, de natis e semine genitali animalculis. Letter dated November 1677. Philos. Trans. Roy. Soc. London, 12, 1040-1043.
Tirupathi Pichiah, PB; Suriyakalaa, U, Kamalakkannan, S, Kokilavani, P, Kalaiselvi, S, SankarGanesh, D, Gowri, J, Archunan, G, Cha, YS, Achiraman, S (2011 Oct). "Spermidine may decrease ER stress in pancreatic beta cells and may reduce apoptosis via activating AMPK dependent autophagy pathway". Medical hypotheses 77 (4): 677–9. doi:10.1016/j.mehy.2011.07.014. PMID 21831529.